Meditazione del giorno: Infettato dal Peccato

di A.W. Tozer  –  “Infatti il bene che voglio, non lo faccio; ma il male che non voglio, quello faccio” (Romani 7:19).  –  Se consideriamo il grande potenziale morale che Dio diede all’uomo quando lo creò a Sua immagine; quando ci soffermiamo a considerare quanto la gente, nei suoi momenti migliori, sia gentile e pronta a fare qualche sacrificio; quando osserviamo la dolcezza innocente di un bambino o consideriamo l’amore disinteressato e stupendo di una madre, non siamo per niente preparati allo shock della vita reale o alla lettura del giornale.

Quella moglie che sta in piedi con la pistola fumante in mano sopra il corpo del marito appena ucciso – può essere quella la stessa donna che ore prima aveva una faccia radiosa e distesa mentre allattava al seno il suo bimbo? Quel ragazzo che affonda il coltello nel cuore di un ragazzino dall’altra parte della città – può essere quello lo stesso ragazzo che prima di uscire di casa per unirsi alla sua banda dietro l’angolo aveva appena trascorso mezzora a giocare con la sua sorellina o a scherzare con la sua mamma? Quell’uomo che se ne sta seduto in silenzio con la faccia cupa dentro casa in attesa che arrivi il momento in cui dovrà pagare per i crimini fatti contro la razza umana – è quello lo stesso uomo che alcuni mesi fa se ne stava a letto a singhiozzare per il suo amato cagnolino ucciso da una macchina?

Sebbene la vita di una persona ordinaria non sia così drammatica e violenta come quella delle persone citate sopra, tuttavia la sua condotta è assolutamente contraddittoria. È una bandiera in balia del vento ogni giorno; è gentile e crudele, casto e carnale, onesto e disonesto, generoso e avaro; egli brama essere buono ma sceglie di fare il male, desidera conoscere Dio ma gira subito le spalle a Lui, spera di andare in cielo ma si dirige verso l’inferno. È moralmente folle.

Siamo stati tutti infettati da una sorta di follia morale da peccato. Come risultato falliamo nel fare il bene che vorremmo fare e ci ritroviamo a fare il male che invece non vorremmo fare. Solo in Cristo c’è liberazione!

Solo tu, Gesù, puoi guarirmi da questa infezione da peccato.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Puoi godere piena libertà, perché Cristo ti ha reso libero.

State dunque saldi nella libertà con la quale Cristo ci ha liberati, e non siate di nuovo ridotti sotto il giogo della schiavitù. (Galati 5:1)  –  Questa promessa ci esorta a rimanere saldi nella libertà con cui Cristo ci ha liberati! Questo non è un’opzione, è un comando. Un’altra versione della Bibbia dice che a causa dell’amore della libertà che Cristo ci ha liberati. Dio ama ciò, quando …
Leggi Tutto

Mike 2012-09-07--359-N

BREVE MESSAGGIO DI EVANGELIZZAZIONE del pastore AGOSTINO MASDEA  -Predicato nella chiesa di Via Anacapri, Domenica  21 Aprile 1996 – Durata 12′
Leggi Tutto

IL VERO GIUBILEO

 di Agostino Masdea   –  “Beato il popolo che conosce il grido di giubilo, o Eterno, perché esso camminerà alla luce del tuo volto.” (Salmo 89:15) Tra i tanti popoli della terra, ce n’è uno che conosce il ” grido del giubilo “. Questo popolo è composto da uomini e donne di tutte le nazioni, senza distinzione di razza, di etnia, di lingua, o di condizione sociale. E quel popolo di cui la …
Leggi Tutto

COSA VUOL DIRE “ESSERE SALVATO”.

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Giovanni 3: 16-17 )   –   Gesù pronunciò queste parole in una conversazione con un importante personaggio religioso del suo …
Leggi Tutto

LA FATALE RISPOSTA DI DIO

di M. R. DeHaan –   “Ed egli dette loro quel che chiedevano, ma mandò la consunzione nelle loro persone.” Salmo 106:15 I figli d’Israele non erano soddisfatti del cibo di Dio ma desideravano poter stabilire essi stessi la propria dieta. Non erano contenti della manna, al suo posto volevano carne. Dio esaudì la loro preghiera a loro proprio danno. Sarebbe stato molto meglio se Dio non li avesse …
Leggi Tutto

IO SO CHE IL MIO REDENTORE VIVE

di Agostino Masdea   –   Ma io so che il mio Redentore, vive e che alla fine si leverà sulla terra. Dopo che questa mia pelle sarà distrutta, nella mia carne vedrò Dio. Lo vedrò io stesso; i miei occhi lo contempleranno, e non un altro. Il mio cuore si strugge dentro di me. (Giobbe 19:25-27) – Giobbe, un uomo provato, in estrema difficoltà, prigioniero della sofferenza. a. – Il libro di Giobbe …
Leggi Tutto

C'E' POTENZA NEL SANGUE DI GESU'

di Charles Greeneway  –  Ricordo nel 1945, quando giacevo in una capanna di fango in Africa. Avevo la febbre nera, ed era un tempo in cui si poteva morire di quella malattia. Ho contato 124 tombe di missionari che non avevano raggiunto i quarant’anni. Ho seppellito i miei amici, ho dovuto imbracciare un fucile per poter difendere il loro corpo esanime dagli animali feroci perché al mattino potessimo …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: I miei occhi scorrono per tutta la terra per dare forza a coloro che mi appartengono.

L’Eterno infatti con i suoi occhi scorre avanti e indietro per tutta la terra per mostrare la sua forza verso quelli che hanno il cuore integro verso di lui. (2 Cronache 16:9)   –   Dio ci guarda sempre. I suoi occhi scorrono avanti e indietro in tutto il mondo per dare forza a coloro che gli appartengono. Egli non ci lascia e mai ci abbandona a noi stessi …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti