Meditazione del giorno: UNA GIUSTA FONDAZIONE

di  Jim Cymbala –  Nel 1977 durante i servizi domenicali mattutini e serali della Brooklyn Tabernacle c’erano molte più persone di quante ne entrassero fra i banchi. Poco distante dal locale di culto c’era un auditorium della YWCA con circa 500 posti a sedere che riuscimmo ad affittare ogni domenica.  Gli incontri alla YWCA erano una soluzione temporanea al sovraffollamento. Comprammo, quindi, un lotto dall’altro lato della strada nella speranza di costruire un giorno una vera chiesa. Ciò richiese un grosso passo di fede, ma Dio ci provvide i fondi.

Programmammo la cerimonia di inizio dei lavori, felici di cominciare la costruzione di un nuovo edificio che sarebbe stato definitivamente la nostra casa. Ci credereste se vi dicessi che durante quella domenica speciale piovve così forte che non riuscimmo ad andare fuori nemmeno per affondare una pala nel terreno? Delusi, ci chiudemmo nuovamente dentro l’auditorium della YWCA quella sera. Ma durante quell’incontro Dio ci parlò chiaramente dicendo che non era il terreno dall’altro lato della strada che dovevamo cominciare a scavare. Al contrario, voleva scavare i nostri cuori per costruire la Sua chiesa su quelle fondamenta.

Alla fine, quell’acquazzone si rivelò provvidenziale. Pochi mesi dopo, un grande teatro con 1400 posti a sedere nell’arteria principale di Brooklyn divenne disponibile. Riuscimmo a vendere il lotto a buon prezzo ma avevamo bisogno di vendere ancora l’edifico sulla Atlantic Avenue per poter comprare il teatro. Decidemmo, quindi, di mettere il problema davanti a Dio alla riunione di preghiera del martedì.Mercoledì pomeriggio suonarono alla porta della chiesa. Scesi giù per le scale per rispondere e vidi uno straniero ben vestito, era un uomo d’affari del Kuwait. L’uomo entrò e si cominciò a guardare intorno mentre io trattenevo il respiro per paura che si mettesse a guardare troppo da vicino le mura storte, i bagni sporchi e le tubazioni discutibili.“Quanto chiedete per questo edificio?” chiese.

Io mi schiarii la gola e con un filo di voce gli dissi l’importo. L’uomo si fermo a riflettere un istante e dopo disse: “È un buon prezzo. Avvisa il tuo avvocato e digli di chiamare il mio. Pagamento in contanti”. E così vendemmo l’edificio. Le nostre preghiere vennero esaudite in un modo sorprendente.

Dio formò un gruppo di persone che vollero pregare e che credettero che nulla fosse così grande o difficile per Dio da portare a termine. Non ci importava quale ostacolo ci fosse avanti a noi, Dio poteva cambiare le persone e liberarle dal male. Egli stava costruendo la Sua chiesa in una zona difficile e fino a quando la gente avesse continuato a chiedere la Sua benedizione ed il Suo aiuto, Egli avrebbe risposto in modo certo e perfetto.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Comunione o Comunella?

di Felice Leveque  |  Comunella significa associazione, accordo, specialmente per scopi equivoci. Alcuni suoi sinonimi sono combriccola, combutta, cricca. Anche se nel significato ha alcune accezioni positive, di solito il vocabolo è usato in senso negativo. Fanno comunella quei gruppi di persone che tramano alle spalle di qualcuno o di altri …
Leggi Tutto

SINCERITA' E TRASPARENZA

di A. W. TOZER  Se si volesse avere un’immagine abbastanza esatta dell’umanità si potrebbe senz’altro capovolgere il sermone sul monte nel suo contrario e dire: Prego, questa è l’umanità. Perché il contrario del sermone sul monte mostra esattamente le caratteristiche che contraddistinguono la vita e il comportamento umani naturali. Nel mondo di solito non troviamo nessuna delle virtù di cui Gesù parla all’inizio del suo discorso sul monte …
Leggi Tutto

TRASFORMATI TRAMITE L’OPERA DI CRISTO

di  JESSIE PENN LEWIS  –  “Poiché l’amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti; e che egli è morto per tutti, affinché quelli che vivono, non vivano più d’ ora in avanti per sé stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro. Perciò d’ ora in avanti noi non conosciamo nessuno secondo …
Leggi Tutto

PERCHÉ SONO PENTECOSTALE

di   Luis H. Hauff –  Recentemente mi è stato chiesto di parlare sulle credenze dottrinali delle Assemblee di Dio ad una classe dell’Università di Redlas. L’interesse generale verteva su ciò che distingue le Assemblee di Dio dalle altre denominazioni: il parlare in altre lingue. Dissi alla classe che la mia fede nella Pentecoste è basata sul fatto che il parlare in lingue, secondo come lo Spirito dà da …
Leggi Tutto

DITECI DELLE COSE PIACEVOLI (Isaia 30: 10)

di ROBERTO BRACCO   –   Il compito del servitore di Dio è stato sempre quello di predicare cose spiacevoli alla natura umana. Egli, attraverso tutte le età, è stato sospinto a colpire duramente e con parole di fuoco tutti i vizi, le passioni, le turpitudini degli uomini. Per questo unico motivo il ministero dei santi ha provocato sempre le più violente reazioni e le parole da essi pronunciate sono …
Leggi Tutto

Storia di un inno: IT’S WELL WITH MY SOUL

 Horatio Spafford era un avvocato di successo ed un insegnante di giurisprudenza nella Chicago del 1860. Insieme a sua moglie, Anna, erano ben noti in città, sia per la carriera legale di Spafford, ma anche perché i due coniugi erano amici e sostenitori di D.L. Moody, famoso evangelista. La città di Chicago era in forte espansione, le attività industriali erano fiorenti e lo sviluppo sociale era in forte …
Leggi Tutto

CRISTIANI INFUOCATI

di Agostino Masdea  –  Ci sono molte figure nella Parola che rappresentano lo Spirito Santo: l’olio, il vento, la colomba, il fuoco. A Pentecoste, due di questi simboli, il fuoco e il vento si sono manifestati contemporaneamente, e fu quel tipo di battesimo che segnò una nuova era, perché segnò la nascita della chiesa di Gesù Cristo. Ed è stato quel fuoco, quel battesimo, che ha trasformato quei discepoli …
Leggi Tutto

ESSERE COME TRALCI

Ci sono due problemi che fanno particolarmente soffrire la chiesa di Gesù Cristo: l’immaturità e la solitudine in cui vivono alcuni credenti! Benché siamo abituati a guardare queste cose con meno apprensione di azioni decisamente peccaminose e malvagie, pur nondimeno costituiscono un grave ostacolo, sia per lo sviluppo della propria vita spirituale, sia per il progresso della testimonianza dell’Evangelo. Vivere nell’immaturità, significa, secondo il dettato biblico, restare eternamente …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti