Meditazione del giorno: CAMMINATE NELLA LUCE

di JOHN H JOWETT  –   Sono appena passato da una stanza buia e oscura ad una stanza soleggiata per scrivere queste parole. Ho fatto la mia scelta. Sarei potuto restare in quella camera buia, ma ho scelto di stare nella stanza illuminata dal sole e i suoi caldi raggi si posano, proprio ora su questa pagina. “Camminate nella luce!” E ho fatto la mia scelta,  così come spesso scelgo di camminare senza Cristo nell’arida  e sterile oscurità della mia volontà! Nella luce del Signore sarebbe come stare nel giardino dell’Eden; quanto spesso scelgo invece il misero deserto dove  non posso far crescere né fiori né frutti.

“Camminate nella luce”. La compagnia del Signore rende sempre soleggiato il lato della strada. Può darsi che il metodo sia ruvido, duro e arduo, ma in Sua compagnia c’è luce che non viene mai meno, rispetto alla quale il mezzodì del mondo è solo come una notte tenebrosa. E le anime che “camminano nella luce raccolgono “divine dolcezze” lungo tutta la strada. Frutti del cielo crescono per i figli della luce, frutti di amore, di gioia e di pace, e il pellegrino privilegiato li coglie lungo il cammino.

“Tutto ho trovato in Gesù”.  “La via della luce è la via della delizia”, e “la gioia del Signore è la nostra forza”.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Non puoi preservare entrambi gli occhi
    In Devotional
    di Elisabeth Elliot  –   Un giovane uomo fu liberato da una vita di auto distruzione causata dall’abuso di droga. Egli voltò completamente pagina abbandonando le vecchie abitudini, ma ovviamente divenne presto preda del nemico che lo tentò spesso a tornare indietro. Egli sapeva bene che non poteva permettersi di essere indulgente con se stesso permettendo al desiderio di cedere alla minima tentazione di ricadere nelle vecchie abitudini. Un giorno il giovane disse al suo pastore: “Non permettermi mai di usare la parola “lotta”. Ogni volta che la uso è come giustificare la mia disobbedienza, perché comincio a preferire la lotta [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • Cos’è un vero risveglio?
    di Reuben A. Torrey (1855 -1928 noto evangelista, insegnante e scrittore). Qual è un vero risveglio e quali sono le sue conseguenze? Un vero risveglio è un tempo in cui la vita si rinnova e in cui questo rinnovamento si espande. Questo è il significato della parola “risveglio” secondo la sua origine come pure secondo l’uso che ne viene fatto nel nostro tempo. Anche la parola ebraica corrispondente ha il medesimo significato. Essa viene tradotta nel Salmo 85:7 con i termini “ravvivare” o “dar vita”: “Non tornerai tu a ravvivarci, onde il tuo popolo si rallegri in te?”. In un’altra traduzione troviamo: “Torna a darci la vita e sarai la gioia del tuo popolo.” La vita può’ venire soltanto da Dio perciò’ ogni risveglio è un periodo in cui Dio si rende manifesto al suo popolo donando ai suoi […]
  • “DAVANTI AL GOLGOTA,,
    Torno con la mia mente al Golgota, a quell’immenso cranio di pietra grigia con le sue occhiaie austere e rivivo l’emozione profonda provata davanti a quel monte, fuori di Gerusalemme e separato da questa da una strada brulicante oggi, come forse ieri, di gente frettolosa. […]
  • Promessa per oggi: Un giorno asciugherò ogni tua lacrima e cancellerò ogni tua sofferenza.
    E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e non ci sarà più la morte, né cordoglio né grido né fatica, perché le cose di prima son passate» Apocalisse 21:4 La promessa di oggi ci parla di un giorno che viene, quando Dio stesso asciugherà ogni lacrima dai nostri occhi. In quel grande e glorioso giorno, non ci sarà più la morte, non più dolore, non più motivi per piangere e non più sofferenze. Tutti i ricordi delle sofferenze in questo mondo svaniranno nella luce e nell’amore dell’abbraccio del nostro caro Padre. Dio stesso asciugherà ogni lacrima che abbiamo versato e promette di cancellare tutto il dolore che abbiamo sofferto su questa terra. Possa questa promessa portare speranza a coloro che sono in mezzo a circostanze difficili. Possa questa promessa portare conforto a coloro […]
  • ED ORA CHE INDUGI….LEVATI!
    Or un certo Anania, uomo pio secondo la legge, al quale tutti i Giudei che abitavan quivi rendevan buona testimonianza, venne a me; e standomi vicino, mi disse: Fratello Saulo, ricupera la vista. Ed io in quell’istante ricuperai la vista, e lo guardai. Ed egli disse: L’Iddio de’ nostri padri ti ha destinato a conoscer la sua volontà, e a vedere il Giusto, e a udire una voce dalla sua bocca. Poiché tu gli sarai presso tutti gli uomini un testimone delle cose che hai vedute e udite. Ed ora, che indugi? Lèvati, e sii battezzato, e lavato dei tuoi peccati, invocando il suo nome. (Atti 22:12-16) Ed ora che indugi…. parole che sembra vogliano mettere premura a chi invece preferirebbe prendere tempo, o a chi non sappia decidere sul da farsi. Parole che oggi lo Spirito Santo indirizza al […]
  • MATRIMONIO PROFETICO (Ruth cap. 4)
    – Abbiamo visto nella meditazione  precedente come Naomi consigliò Ruth per ottenere il suo diritto ad esser riscattata, come prescriveva la legge di Mosè. Abbiamo visto come Ruth si presentò nell’aia di Boaz, e abbiamo applicato questa figura alla chiesa che deve prepararsi ad incontrare il Suo Sposo, il Suo Redentore, Cristo il Signore. – Oggi vedremo come i piani di Dio si compiono meravigliosamente e finalmente questa bellissima storia d’amore si concretizza: Ruth si sposa con Boaz, dopo che questi la redime e la riscatta. Ruth, una donna pagana, gentile, e abbiamo detto è figura della chiesa, di quella chiesa riscattata dal sangue prezioso dell’Agnello di Dio, Gesù, che ha dato la Sua vita per lei. – Boaz, come Naomi aveva previsto, non perse tempo. Appena fu giorno […]
  • GRANDI INNI: “Trought it all” di Andrae Crouch
      IN MEMORIA DI ANDRAE CROUCH   –  Giovedì scorso si è fermato il cuore del leggendario cantante evangelico, 72 anni di cui 50 trascorsi nel mondo della musica cristiana. Era stato trasportato in ospedale lo scorso 3 gennaioper le complicazioni a uno stato di salute già compromesso da diabete e cancro. Riproponiamo una delle sue tante canzoni con la storia della sua vita.         Andrae Crouch è sinonimo di musica Gospel. Egli ha composto molti meravigliosi cantici nel tempo. Cantici come “My Tribute” (A Dio sia la gloria),  “Soon and very soon” (Presto molto presto), “Trought it all” (Atttraverso tutto ciò), “The Blood Will Never Lose Its Power” e tantissimi altri. Pochi artisti hanno prodotto quanto o più di  lui nel corso degli ultimi due o tre decenni. Andrae […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti