Meditazione del giorno: Profonda Conoscenza

di Warren Wiersbe  –  Salmo 139:1-6  –  Il Salmo 139 è un breve corso di teologia, la scienza di Dio. Nei primi sei versi il salmista dice: “Dio conosce ogni cosa; non provare ad ingannarlo”.  “Signore, Tu mi hai esaminato e mi conosci” (v. 1). In questi primi sei versi troviamo 13 pronomi personali. Dio ci conosce personalmente. Poche persone sono in grado di riconoscerci in  mezzo alla folla, ma Dio può farlo. Per Lui non esiste la folla, ma solo singole persone. A volte, sentendoti solo, ti dirai: “Nessuno mi conosce veramente, nessuno si cura di me”. Ma Dio ti conosce intimamente. Egli conosce ogni tuo pensiero e vede ogni tua azione. “Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo, tu comprendi da lontano il mio pensiero” (v. 2). Egli conosce anche le tue parole: “Poiché la parola non è ancora nella mia lingua, che Tu, Signore, già la conosci appieno” (v. 4). Il salmista sta dicendo : “Egli è dietro di me. Egli sta avanti a me. Egli ha posato la Sua mano su di me. Egli è il sovrano”.

Quale potrebbe essere la nostra risposta a tutto questo? Semplice,“Gloria a Dio!” Sono felice che il mio Padre celeste mi comprenda personalmente ed intimamente e che la Sua mano sia sopra di me. Questo non mi spaventa, ma mi da fiducia. Che grande incoraggiamento c’è nel sapere che il nostro Padre celeste conosce tutto di noi, dove siamo e ciò che stiamo facendo. Certo, non vogliamo ritrovarci nel posto sbagliato a fare la cosa sbagliata. Ma se un figlio di Dio sta camminando nel volere del suo Dio, egli ha fiducia che il Buon Padre celeste si sta prendendo cura di lui e conosce ogni suo bisogno.

Dio ha una profonda conoscenza di te. Questo ti da ancora più modo di pregare onestamente il tuo Signore e camminare rettamente dietro di Lui. La conoscenza che ha di te deve incoraggiarti e renderti fiducioso. Ringrazialo, affinché tale intima conoscenza possa portare ad una completa Sua cura di te.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: POI ARRIVO’ GESÙ…
    In Devotional
    di BOB GASS  –  “…vestito e sano di mente…” MARCO 5:15  –  Uno tra i più grandi miracoli di Gesù fu quello dell’uomo controllato e tormentato dagli spiriti maligni (cfr. Marco 5). La Bibbia ci racconta: “…aveva nei sepolcri la sua dimora; nessuno poteva più tenerlo legato neppure con una catena… nessuno aveva la forza di domarlo. Di continuo, notte e giorno, andava… urlando e percuotendosi con delle pietre” (Marco 5:3-5). Presta molta attenzione alle quattro cose che riguardano la condizione di quest’uomo: 1) Continuava a farsi del male. Egli, per farlo, usava semplicemente delle pietre, mentre oggi [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • DIO PUO’ FARLO ANCORA
    di  Jonathan Goforth   –  La stessa potenza che discese sui discepoli durante la Pentecoste, può discendere oggi nella tua chiesa.  Una volta un missionario mi disse che egli avrebbe desiderato dar vita ad un risveglio, ma che non gli era possibile ottenere l’aiuto di un evangelista perché la sua missione era molto fuori mano. Come se lo Spirito di Dio operi soltanto per pochi selezionati! Queste false idee sono molto diffuse in qualsiasi parte del mondo. Le vere idee, al riguardo, sono quelle di Finney e di Moody.   C.G. Finney riteneva che ogni cristiano potesse contribuire a far nascere un risveglio. D.L. Moody riteneva che la Pentecoste fosse un modello a cui ognuno potesse rifarsi. In Verità Ci Vuole Un Po’ Di Tempo. Ogni gruppo di cristiani può essere oggetto della discesa […]
  • LA FEDE O LE OPERE?
    Sermone predicato nella Chiesa Evangelica di Via Anacapri, 26  – Roma – Trascritto in forma integrale. …. che giova, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo? (Giacomo 2:14) Questa frase dell’apostolo Giacomo è sotto un certo aspetto sconvolgente. Possiamo dire che ha sconvolto molti e suscitato tante perplessità nel corso dei secoli. Ci sono state delle dispute teologiche e dottrinali intorno a queste parole dell’apostolo Giacomo, e in fondo a tutta la Sua epistola. Sembra quasi che con questa affermazione Giacomo voglia contraddire l’apostolo Paolo, il quale afferma che noi siamo salvati per grazia, mediante la fede, senza le opere e ciò non è da noi, è il dono di Dio. Ma questa frase della apostolo Paolo non è una […]
  • TUTTI PARLAVANO IN EBRAICO.
      di Stanley H. Frodsham  –   Sono nato in Austria da genitori giudei e conosco l’ebraico fin dalla mia infanzia. Mi trovo in America da sei anni un mio ricco zio che abita a Seattle Washington, mi scrisse di andare a lavorare nella sua azienda e io andai.  Un piovoso martedì dell’inverno scorso mi trovai a passare davanti all’edificio di una missione alla settima strada di quella città. Vidi sopra la porta un’iscrizione: “Benvenuto!” Ed entrai per ripararmi dalla pioggia senza sapere che cosa facessero lì dentro. Erano tutti in ginocchio e pregavano. Dopo un poco sentii un uomo (il fratello Junk, un predicatore) che recitava il capitolo 53 di Isaia in lingua ebraica. Una donna stava cantando in ebraico un inno  che gli ebrei usano cantare il […]
  • Roberto Bracco – Sermone
    ​ Sermone di Roberto Bracco – Isaia 40:1-11 “Una Parola di Consolazione”. […]
  • Perseverare nella Parola di Dio
    di Roberto Bracco  –  “Se perseverate nella mia Parola…” (Giovanni 8:31)  –  Questo passo dell’Evangelo di Giovanni ci fa comprendere tre cose di grande importanza : – Per essere veramente discepoli di Gesù bisogna perseverare nella sua parola. – Mediante la perseveranza nella sua parola si giunge alla conoscenza della verità. – La conoscenza della verità produce la conquista della libertà. La prima cosa ci dice chiaramente che fra coloro che seguono Gesù ci sono veri discepoli e discepoli falsi. La seconda cosa ci ricorda che […]
  • 10 errori che le persone fanno con l’Oroscopo:
    Velocissimo messaggio pensato per farti pensare …di MIKE CAMPAGNA . 1. Lo vedono come una cosa innocua. (Una cosa comune). 2. Non sanno di essere parte di un sistema globale dell’occulto condannato dalla Bibbia. (Deuteronomio 18:10-12) 3. Dimenticano che nessuno conosce il futuro, all’infuori di Dio. (Daniele 2:27-28) 4. Ignorano che gli oroscopi sono creati in modo generalizzato affinché chi legge possa determinare/concludere qualsiasi cosa. 5. Consultandolo dimostrano sfiducia verso Gesù Cristo, l’unico che può salvare. (Isaia 47:13-14) 6. Non si rendono conto degli spiriti malvagi che stanno dietro l’oroscopo. (1 Giovanni 4:1, 2 Corinzi 4:4) 7. Ignorano che consultare l’oroscopo rappresenta un affronto a Dio stesso. (Deuteronomio 18:12) 8. Non sanno […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti