Fuoco consumante

di F.B. Meyer  –  Egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco. (Luca 3:16)  –  Molti erano stati battezzati in acqua da Giovanni Battista, ma avrebbero presto ricevuto il battesimo col fuoco. L’acqua non è sufficiente per una natura come la nostra. Giovanni Battista focalizzò le sue parole su qualcuno ben più grande di lui, Gesù, colui che immerge l’anima in un battesimo di fuoco.

Il fuoco pulisce.  Un minerale grezzo può ritrovarsi mescolato ad altri componenti terrestri dai quali bisogna che venga separato. Uno scalpello o un piccone non possono estrarlo. Ma quando viene messo nella fornace il metallo si fonde e fuoriesce. Ecco, il nostro carattere è pieno di impurità e di componenti terrene; ma dal momento in cui vengono messe in contatto con il potere dello Spirito Santo, esse vengono eliminate e cadono. Così noi acquistiamo gradi di purezza ed amore senza i quali saremmo stati inutilizzabili e non idonei per il nostro caro Signore. Non tentare di ripulirti da solo da tali impurità, ma cerca il battesimo dello Spirito Santo ed Egli te ne libererà; perché Egli è come un fuoco consumante.

Il fuoco illumina. – Mi viene da pensare ad un treno espresso notturno che passa attraverso un quartiere industriale della città in cui i forni di fusione sono in pieno funzionamento. Gli occhi dei passeggeri restano folgorati dal loro splendore, i cieli vengono completamente illuminati riflettendone la luce per chilometri. Così, quando lo Spirito viene con potenza alla nostra anima, Egli ci illumina a tal punto da rivelarci Dio, la verità e tutte le cose nascoste ai saggi ed agli intelligenti. È un fuoco che santifica e ci purifica.

Il fuoco infiamma. – Il fuoco si spande su un’area immensa, attirato dal materiale infiammabile. Un fiammifero può accendere un falò che brucerà per ore. Così, quando lo Spirito di Dio tocca un’anima, come una candela spenta, essa comincia ad ardere e da essa la scintilla benedetta può passare da cuore a cuore, da chiesa a chiesa, fino a far ardere un intero continente col fuoco che viene da cielo.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Labbra che lodano

di R. Bryant Mitchell   “O Signore, apri le mie labbra, e la mia bocca proclamerà la tua lode.” (Salmo 51:15).  –  La lode è una cosa perenne. Davide disse: “Io benedirò il Signore in ogni tempo: la sua lode sarà sempre nella mia bocca” (Salmo 34:1). Nessuna notte può essere troppo buia quando hai con te la luce della lode. Nessuna prova può spezzare il tuo spirito quando …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Io ho allontanato il tuo peccato da te, quanto il levante è lontano dal ponente.

Quanto è lontano il levante dal ponente, tanto ha egli allontanato da noi i nostri peccati.  (Salmo 103.12)  –  Quanto è distante l’est dall’ovest? Visto che questi due punti di riferimento puntano in direzioni opposte dall’eternità, direi che non c’è modo più grande per esprimere una distanza immensa. Mi piace come Dio usa questa analogia per illustrare la promessa di ciò che ha fatto con il nostro peccato. Egli ha allontanato …
Leggi Tutto

DIO PARLA ANCORA

di BILLY GRAHAM  –  I diplomatici pensano che la diversità delle lingue sia il motivo basilare delle incomprensioni internazionali. Noi scopriamo però che le radici delle difficoltà internazionali sono più profonde. Nonostante che i mezzi di comunicazione siano migliori non ci siamo avvicinati maggiormente alla pace. La violazione della legge e le rivoluzioni inondano la terra. Le Nazioni Unite si riuniscono a New York e si comprendono sempre …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: INVOCAMI E TI ANNUNZIERÒ COSE GRANDI CHE TU NON CONOSCI.

Invocami e io ti risponderò, e ti annunzierò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci. (Geremia 33:3) I bambini sono le persone più curiose del pianeta. Sono pieni di meraviglia su tutto l’ambiente che li circonda e in continuazione fanno domande ai genitori su cosa, dove, quando, perché, come, ecc. Mi piace notare l’interazione tra questi piccoli e i loro amorevoli genitori. Papà, perché il cielo è blu? Mamma, come mai …
Leggi Tutto

R.A.Torrey

 di  R.A. TORREY    –   “La potenza appartiene a Dio”. Pertanto è a disposizione dell’uomo. Vi è una cosa che crea la separazione tra Dio e l’uomo: il peccato. Leggiamo in Isaia: “Ecco, la mano del Signore non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire; ma sono le nostre iniquità quelle che han posto una barriera fra voi e il vostro Dio; sono i vostri peccati quelli …
Leggi Tutto

FUI FORESTIERO E MI ACCOGLIESTE  -  Matteo 25:35  

di Roberto Bracco  “Signore, quando ti abbiamo veduto forestiero e ti abbiamo accolto? (vs. 38)   –   La domanda umile e sincera dei giusti ci rivela non soltanto la sorpresa di vedere e udire il Figliuolo dell’uomo sostituire o rappresentare i poveri e i bisognosi beneficati nelle più diverse occasioni e nelle più svariate necessità, ma ci rivela anche la modestia profonda che adorna coloro i quali …
Leggi Tutto

AL CENTRO DELLA VOLONTA' DI DIO.

Estratto da un predica di TOMMASO GRAZIOSO.  –   Avevo ricevuto una chiamata per andare a predicare a New York per la mia prima volta da predicatore Non stavo nei miei panni per la tanta gioia e per l’emozione. La mattina presto presi la macchina e mi avviai per andare a predicare. Stavo in macchina e ripetevo i passi biblici con entusiasmo quando, improvvisamente spuntò un uomo quasi …
Leggi Tutto

L’AMORE DI DIO È LIMITATO AGLI ELETTI?

Rispondere alla sfida calvinista sul Vangelo.   Tra i difensori evangelici contemporanei della redenzione limitata spiccano, più di tutti, R.C. Sproul e John Piper. Sproul, nato nel 1939, è stato un influente apologeta evangelico e teologo riformato per la maggior parte della seconda metà del ventesimo secolo. Dalla sua sede di Ligonier Ministries è intervenuto a trasmissioni radiofoniche, ha viaggiato per parlare a numerose conferenze apologetiche e teologiche, e …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti