Meditazione del giorno: Ripieni dello Spirito

 di GIOVANNI ROSTAGNO  –  “Gesù ripieno dello Spirito Santo… fu Condotto dallo Spirito nel deserto… e durante quei giorni non mangiò nulla.” Luca 4:1-2.  –  Mi domandi qual sia il modo migliore di prepararti ad affrontare la tentazione. Te lo insegna Gesù. Egli andò incon­tro alla tentazione, essendo ripieno dello Spirito Santo. Ottenuto lo Spirito del Signore, tu acquisterai sapienza. Cioè, nel nostro caso, il discernimento necessario per sco­prire le intenzioni e le astuzie del tentatore; per ve­dere in quale abisso egli ti voglia precipitare… E potenza per resistere e per vincere.

Ma come farò io per ottenere quello Spirito? Il Maestro ti dice nella sua Parola che lo devi chie­dere. Qui, tuttavia, Egli t’insegna con l’esempio un’altra cosa. Egli t’insegna che per riceverlo e vivere sotto la sua azione, tu devi digiunare.

 Non si tratta, beninteso, d’un’imitazione servile, che so­stituirebbe la lettera allo spirito. Imitare non è copiare. Ma se una completa astensione temporanea da qualsiasi alimento non ha per sé stesso una speciale virtù santificatrice, e può infiacchire, anziché fortificare, le tue facoltà mentali – non dovresti mai dimenticare, o credente, che una continua vigile astensione da ogni minimo eccesso nel mangiare e nel bere, è indispensabile perché il tuo spirito si mantenga in quello stato di elevatezza, all’infuori del quale esso non potrà mai subire alcuna divina influenza.

 Il digiuno deve consistere, d’altra parte, in un sano co­stante ascetismo, che imponga le sue catene benefiche a tutti gl’istinti e a tutti gli smodati desideri della carne. Soltanto quando teniamo a bada il nostro corpo, lo spi­rito, non impacciato nei suoi movimenti, può innalzarsi libero e puro. E soltanto quando lo spirito s’innalza nelle sue aspi­razioni e nella sua brama intensa, lo Spirito Santo discende.

Freni alla tua carne; ali al tuo spirito… E la tentazione non ti vincerà.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Terremoti

di Agostino Masdea  –  La terra si schianterà tutta: la terra si screpolerà interamente, la terra traballerà violentemente. La terra barcollerà come un ubriaco, vacillerà come una capanna. Il suo peccato pesa su di essa, cadrà e non si rialzerà più. Isaia 24:19-20 Uno dei terremoti più devastanti di questi ultimi tempi si è verificato appena pochi mesi fa, venerdì 11 marzo in Giappone.La scossa di magnitudo 8,9 …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

VAI, IO MANDO TE!

di MIKE BROWN  –  Il cuore di Dio è un cuore missionario. Egli desidera che il popolo che ha creato viva con Lui per sempre. Questo è il primo motivo per cui ci ha creato, affinché potessimo avere comunione con Lui, conoscerlo e così essere Suoi. Ciò era, ed è il Suo cuore. Egli, dopo tutto, è chiamato il Padre celeste.  La caduta dell’uomo non ha cambiato le …
Leggi Tutto

LE DUE CASE

di AGOSTINO MASDEA   –  Perciò, chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, io lo paragono ad un uomo avveduto, che ha edificato la sua casa sopra la roccia.  Cadde la pioggia, vennero le inondazioni, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa; essa però non crollò, perché era fondata sopra la roccia.  Chiunque invece ode queste parole e non le mette in pratica, sarà paragonato ad …
Leggi Tutto

A PROPOSITO DI TATUAGGI

di Alejandro Seibel  –   “Non vi farete incisioni nella carne… né vi farete tatuaggi addosso. Io sono il SIGNORE”  (Lev. 19, 28)  –    La Diodati riporta : “Non vi fate alcuna tagliatura nelle carni … e non vi fate bollatura alcuna addosso. Io sono il Signore”. Tatuaggi, incisioni, “piercing” (dal verbo inglese “to pierce”, lett. Traforare, pratica indicante la perforazione della pelle allo scopo di inserirvi oggetti …
Leggi Tutto

STORIA DI UN INNO: ABIDE WITH ME

Henry F. Lyte  ABIDE WITH ME (JESSY DIXON) Henry Francis Lyte  (1793-1847) nacque a Ednam, in Scozia e studiò alla Royal School di Enniskillen e al Trinity College, Dublino, dove conseguì la laurea in teologia.  Nel 1818 accadde qualcosa che nella sua vita ebbe un grande impatto spirituale, e che determinò un radicale cambiamento:  la malattia e la morte di un suo grande amico e fratello, un caro …
Leggi Tutto

Amare il prossimo.

di Agostino Masdea  –  “E chi è il mio prossimo?” (Luca 10:27-29)  i) – Prossimo: dall’ebraico”rea” colui che è vicino, col quale stai trattando. Dal greco ” plesion”  –  avvicinarsi. a) Prima di Gesù, anche nel v. T., ” prossimo ” e un termine riservato ai “connazionali” ai “parenti” agli amici e ai compagni. Al massimo il termine si estende allo straniero che dimora in terra di Israele; …
Leggi Tutto

Jim Cymbala  -  1 Dicembre 2011

Giovedì 1 Dicembre 2011  –  JIM CYMBALA – Pastore BROOKLYN  TABERNACLE – N.Y …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti