Meditazione del giorno: AL SICURO NELLE MANI DI DIO

di CHARLES R. SWINDOLL  –  “Ecco, io ti ho scolpita sulle palme delle mie mani; le tue mura mi stanno sempre davanti”. Isaia 49: 16  –  “Il Signore mi ha abbandonato… Egli si è allontanato da me… Si è completamente dimenticato di me.”  Hai mai detto qualcosa di simile?  Certamente! Come va il lunedì mattina? Sei appena tornato da un glorioso ritiro di fine settimana. Tempo per la Parola. Grande culto…. Grande gioia. Preghiera molto sentita…. Poi arriva il lunedì mattina, si torna a casa, e tutto il tuo mondo ti crolla addosso. “Il Signore si è dimenticato di me. Egli è completamente sparito.”

Ma Dio dice: “Ti ho scolpito sulle palme delle mie mani. Sei del continuo davanti a me”….  Fermati e dai uno sguardo al palmo della tua mano. Ora immagina che siano le mani di Dio e che sei proprio lì…. Le nostre vie sono continuamente davanti a Lui. Nemmeno un solo fugace momento della vita passa senza che Egli sappia esattamente dove siamo, cosa stiamo facendo e come ci sentiamo.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Davanti al Golgota
    In Devotional
    di Roberto Bracco – Torno con la mia mente al Golgota, a quell’immenso cranio di pietra grigia con le sue occhiaie austere e rivivo l’emozione profonda provata davanti a quel monte, fuori di Gerusalemme e separato da questa da una strada brulicante oggi, come forse ieri, di gente frettolosa. Mi sembra che davanti all’immagine anche fisica di quel monte fatale ho potuto rivivere più intensamente il dramma del Golgota; ho potuto contemplare da vicino l’amore del Padre che ha dato il Suo figliuolo, del Cristo che si è immolato per noi come Agnello. La croce ed il Crocifisso in una luce radiosa hanno riempito [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • Promessa per oggi: IO NON TI ABBANDONERO’ PERCHE’ SONO FELICE CHE TU MI APPARTIENGA
    Poiché l’Eterno non abbandonerà il suo popolo, per amore del suo grande nome, perché è piaciuto all’Eterno di farvi il suo popolo. (1 Samuele 12:22) Molte persone vivono nella continua paura che possano essere abbandonati in qualsiasi momento. Alcuni si sentono in questo modo perché sono stati delusi in passato, mentre altri semplicemente non vivono con un profondo senso di appartenenza a qualcosa o a qualcuno. Amo questa promessa perché il Signore risolve la questione una volta per tutte, dichiarando che ha stabilito in cuor suo di non abbandonarci per amore del Suo grande nome. Non è una buona notizia sapere che non dipende da voi e dalle vostre opere buone… ma da lui? Questo versetto della Bibbia dice che Dio è in realtà felice di farti far parte della sua famiglia e […]
  • VENITE DIETRO A ME… (Matteo 4:19)
    di Roberto Bracco   –  Gesù Cristo è “ogni cosa” per “ogni credente”; in Lui si risolvono tutti problemi, in Lui si compiono tutti programmi e in Lui, in Lui soltanto, si raggiungono tutte le mete. “Venite a me!” “Imparate da me! ” ” Dimorate in me! “… queste e tante altre espressioni analoghe a queste ci dichiarano che Gesù Cristo è il “capo” della chiesa, la “luce” della chiesa, la “linfa” della chiesa. La chiesa ha “tutto” in Lui e senza Lui non ha nulla.  Quando siamo “travagliati” ed “aggravati” noi possiamo cercare riposo e ristoro nelle più allettanti oasi di questo mondo, ma se vogliamo trovare alleggerimento del nostro carico dobbiamo […]
  • INSEGNATI AD AMARCI
    Quanto all’amore fraterno non avete bisogno che io ve ne scriva, giacché voi stessi avete imparato da Dio ad amarvi gli uni gli altri. (1°Tessalonicesi 4:9)    –   Amati fratelli, pace, vera pace! Vi supplico di ascoltare le parole che escono dal cuore di un vecchio fratello, conservo con voi nel ministero cristiano. Parole che esprimono un’esortazione: – “Apriamoci totalmente all’opera dello Spirito Santo che vuole spandere generosamente l’amore di Dio nei nostri cuori”. Abbiamo bisogno, urgente bisogno, di essere battezzati nell’oceano dell’amore di Dio per essere posseduti e per possedere quel bene che dura in eterno: la carità, legame della perfezione. (Colossesi 3:14) L’amore, essenza di Dio, rappresenta il traguardo della nostra […]
  • I falsi profeti all’opera oggi
      di ROBERT J. WELLS   –  In Matteo 7:15, è scritto: «Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro sono lupi rapaci».  Ci sono solo due vie lungo le quali gli uomini possono viaggiare: la via larga che conduce alla distruzione e la stretta via che conduce alla vita. Questo affermò Gesù Cristo, il vero profeta di Dio, il quale fece la più urgente ammonizione che si possa trovare nella Bibbia: «Entrate attraverso la porta stretta … perché stretta è la porta e angusta la via che mena alla vita, e pochi sono quelli che la trovano». Gesù sapeva che questo suo principio avrebbe suscitato nei secoli tempestosi a venire le più terribili controversie. Affinché i suoi seguaci fedeli non rimanessero senza guida Gesù li ammonì: «Guardatevi dai falsi […]
  • GOLGOTA DIMENTICATO
    ?di J. R. GSCHWEND ?- ?Missionario in AFRICA per pi? di 70 anni. Milioni di uomini e donne di tutte le classi sociali e di tutte le nazioni, piangono e piangeranno ancora amaramente, perch? si sono dimenticati del Golgota e del Figliuolo di Dio che offri per la loro salvezza, nei giorni della sua carne, preghiere, supplicazioni con alte grida e con lacrime (Ebrei 5.7). Migliaia di persone piangono perch? non hanno mai pianto e non hanno mai versato lacrime di pentimento ai piedi della Croce. Durante un convegno pasquale, a Johannesburg, lo Spirito Santo convinse centinaia e centinaia di anime del proprio peccato, della propria incredulit?, della giustizia e del giudizio. Donne e uomini, giovani ed anziani erano radunati per rammemorare il Golgota. Era un venerd? […]
  • PICCOLI CRISTIANI E CRISTIANI
    di Roberto Bracco.   –   Qualche volta riferendoci ad alcuni ser­vitori di Dio del passato o del presente, diciamo: «Essi sono, o sono stati gran­di cristiani». Questa frase contiene un errore: non ci sono «grandi cristiani», perché chi è veramente cristiano, senza l’aggiunta di aggettivi, ha raggiun­to il massimo della grandezza consentita ad un uomo finito. Non ci sono «grandi cristiani», ma solo «cristiani» e «piccoli cristiani ». I primi abbracciano il piano della redenzio­ne e della santificazione per intiero, i se­condi si limitano ad afferrare qualche ra­ra manciata del dono di Dio. E quindi non vogliamo incorrere nell’errore di de­finire grandi alcuni cristiani perché folle di credenti professanti il cristianesimo sono piccoli, ma vogliamo riconoscere con precisione la […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti