Meditazione del giorno: Aprirsi davanti a Dio

Meditazione del giorno: Aprirsi davanti a Dio

di Chuck R. Swindoll  -  Prima di chiudere il Salmo 139, Davide fa una richiesta finale a Dio nei versi 23–24. Le parole sono molto conosciute da molti cristiani:  “Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore. Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. Vedi se c'è in me qualche via iniqua e guidami per la via eterna” (Salmo 139:23-24).  Davide non guarda più né verso l'alto (come nei versi 1-18) né intorno a sé (come nei versi 19–22); adesso focalizza il suo sguardo verso ciò che sta dentro di sé. Egli vuole essere un servo di Dio ad ogni ... Leggi Tutto

Post meno recenti

CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

«Il calice della benedizione che benediciamo, non è la comunione col sangue di Cristo? Il pane che noi rompiamo, non è la comunione col corpo di Cristo? Siccome vi è un unico pane, noi, che siano molti, siamo un corpo unico, perché partecipiamo tutti a quell’unico pane» (1 Corinzi 10:16-17). L’Apostolo Paolo sentì la necessità di chiarire ai Corinzi il significato della Cela del Signore, che era, oltre al battesimo, l’unico …
Leggi Tutto

CONSIGLI PER I NUOVI CREDENTI

di Reuben A. Torrey  –  Ora che hai iniziato la tua nuova vita ti troverai certamente di fronte a difficoltà che ti sono forse sconosciute. Forse hai già perso il coraggio ed hai incominciato a deviare. Nessuno deve vacillare perché Dio ha dichiarato nella Sua Parola: “Niuna tentazione vi ha colta che non sia stata umana; ora Dio è fedele e non permetterà che siate tentati al di …
Leggi Tutto

LA FAMIGLIA CRISTIANA

di Roberto Bracco  –   Non ci riferiamo alla famiglia nel senso sociale, ma a quella che è “famiglia” per vincoli spirituali; ci riferiamo cioè alla chiesa cristiana non come organizzazione o denominazione, ma come popolo di “fratelli” che si amano, si stimano, si aiutano in virtù di quell’amore celeste che è stato sparso in loro mediante lo Spirito Santo.     La famiglia cristiana è la più perfetta, la …
Leggi Tutto

CASA TUA!

di FILIPPO WILES   –   Quanti sermoni il lettore avrà ascol­tato sulla parola che Gesù rivolse a Zaccheo: «Scendi presto, perché oggi debbo albergare in casa tua».  Credo di non sbagliarmi quando di­co che l’interpretazione data a queste parole è, nella maggioranza dei casi, spirituale, cioè una interpretazione fi­gurativa, essendo la casa  paragonata alla nostra vita. Poche sono le volte quando sono prese alla lettera. Ebbene il messaggio che …
Leggi Tutto

POSSO ESSERE CRISTIANO SENZA ANDARE IN CHIESA?

La domanda risulta simpatica riguardo al cristianesimo, ma anche suscita riserve riguardo al frequentare o meno la chiesa. Voglio immediatamente chiarire che si può essere cristiani senza andare in Chiesa, perché la conversione è una esperienza che ha luogo fra il singolo individuo e il Signore Gesù Cristo. È interessante notare nel Nuovo Testamento la varietà di luoghi nei quali le persone presero le loro decisioni di seguire Cristo …
Leggi Tutto

L’AMORE PERFETTO CACCIA VIA LA PAURA.

di FILIPPO WILES  –  «Perché avete paura, o gente di poca fede?» In un mare burrascoso ove le onde infuriate dal vento coprivano la barca, sembra una domanda ingiusta ed illogica. Che altro potevano fare quegli uomini terrorizzati se non gridare? Eppure Colui che domanda non provoca inutilmente perché Egli è amore. Come i discepoli, così tutte le persone, compresi i credenti, talvolta sono schiavi della paura. C’è …
Leggi Tutto

La Religione chi il diavolo ti vuole dare

“E Faraone chiamò Mosè e disse: Andate, servite al Signore; solo le vostre greggi e i vostri armenti saranno fatti restare; le vostre famiglie anche andranno con voi” (Esodo 10:24).  Presentazione Capitolo 1 – Il diavolo non ti impedirà di avere una religione Capitolo 2 –   Una religione nel mondo Capitolo 3 – Una religione vicina al mondo Capitolo 4 – Una religione con gli affetti del mondo Capitolo 5 – Una religione con i beni del mondo Capitolo …
Leggi Tutto

"DAVANTI AL GOLGOTA"

di ROBERTO BRACCO  –  Torno con la mia mente al Golgota, a quell’immenso cranio di pietra grigia con le sue occhiaie austere e rivivo l’emozione profonda provata davanti a quel monte, fuori di Gerusalemme e separato da questa da una strada brulicante oggi, come forse ieri, di gente frettolosa. Mi sembra che davanti all’immagine anche fisica di quel monte fatale ho potuto rivivere più intensamente il dramma del Golgota; …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti